Contatti


Specializzati in coperture e rifacimento facciate industriali

AA Coperture è un’azienda che si occupa di coperture civili e industriali a Reggio Emilia e nel nord Italia da oltre 50 anni.

Velocità di esecuzione

Piccole e grandi committenze

Squadre eterogenee di professionisti

Componentistica di marca

Servizio sicuro e completo

Domande e risposte frequenti


Stai valutando l’acquisto ma hai dubbi e domande a cui vorresti dare una risposta prima di procedere?

Abbiamo raccolto in questa sezione alcune delle domande più frequenti che ci sono state rivolte nel corso degli anni dai nostri clienti. Se non trovi la risposta alla tua domanda, non esitare a contattarci!

Quando rifare il tetto di un capannone industriale?

Intervenire prima prevenendo è meglio che aspettare che il danno, soprattutto quando si tratta della sicurezza dei tetti per capannoni industriali i cui effetti potrebbero comportare costi ingenti per le aziende. Le coperture edili sono componenti indispensabili a rendere agibili i locali e, col tempo, possono subire decadimento a causa dell’esposizione continua agli agenti esterni. AACoperture esegue lavori di rifacimento di tetti per capannoni industriali, garantendo la totale tenuta idraulica dell’impianto a qualsiasi condizione atmosferica.

Coperture capannoni: come scegliere?

Innanzitutto, devi sapere che le coperture per capannoni industriali sono composte da due elementi: la struttura portante e la parte più esterna, detta manto. Ne esistono di vario genere e la scelta dipende dalla tipologia di tetto, che può essere curvo, a falde, oppure con trave a Y.

I fattori da considerare sono molteplici. Vediamoli insieme:

  • l’inclinazione
  • la resistenza alle intemperie
  • la circolazione dell’aria
  • i vincoli paesaggistici
  • la manutenzione
  • la possibilità di installare pannelli fotovoltaici
Coperture capannoni: quali tipologie esistono?
  • Pannelli sandwich. Garantiscono isolamento termico e acustico e rappresentano perciò una scelta ideale per coprire locali abitabili.
  • Lastre in fibrocemento. Dove una volta c’era l’amianto, questo è il materiale più usato. Si degrada facilmente e non è consigliato dove sono necessari frequenti lavori di manutenzione e ispezioni.
  • Lastre grecate. I grandi vantaggi rispetto al fibrocemento sono il basso coefficiente di degradabilità e i costi ridotti.
  • Guaine Bituminose. Sono ottimali per la copertura di tetti a falde. L’inclinazione non è un problema.

La struttura può essere rivestita in vari modi. Ti suggeriamo tre materiali molto resistenti: l’alluminio (leggero e facile da posare), l’inox (ignifugo e duraturo), oppure le lamiere preverniciate (particolarmente economiche).

È vantaggioso installare un impianto fotovoltaico su un capannone industriale?

Il fotovoltaico è un investimento economico con basso rischio e buon rendimento. L’energia prodotta da un impianto fotovoltaico permette alle aziende con elevati consumi di ridurre anche del 90% i costi sostenuti per la fornitura di energia elettrica


L’energia eventualmente prodotta in eccesso può essere immessa nella rete elettrica nazionale e valorizzata economicamente.

Gli impianti fotovoltaici hanno durata nel tempo fino a 25/30 anni ed i costi di manutenzione sono molto contenuti, produce energia elettrica in modo silenzioso, ha un basso impatto visivo e rende profittevoli parti di edificio inutilizzate


Quali aziende possono smaltire l’amianto?

L’attività di Smaltimento Amianto (o Eternit) può essere svolta unicamente da aziende iscritte all’Albo Nazionale Gestori Ambientali nella categoria 10. L’autorizzazione inoltre è suddivisa in due sottocategorie: La 10-A per le aziende autorizzate alla Bonifica di Amianto Compatto (quello delle lastre di copertura o canne fumarie o tubazioni) e la 10-B per le aziende autorizzate alla Bonifica di Amianto Friabile (quello utilizzato ad esempio negli intonaci).

La legge prevede tre diversi sistemi di bonifica da amianto, sebbene l’unico definitivo e sicuro sia la rimozione e trasporto in discarica.

Come si bonifica l’amianto?
  1. Rimozione e smaltimento in discarica dell’amianto (Unico metodo sicuro, definitivo e principalmente adottato)
  2. Confinamento dell’amianto, ovvero ricopertura con nuovi materiali previa apposita verniciatura.
  3. Incapsulamento dell’amianto, ovvero ricopertura dei manufatti con sola vernice apposita.

Sebbene sia la ricopertura che l’incapsulamento sono attività permesse dalla legge AACoperture consiglia per la tranquillità dei propri clienti l’immediata rimozione dell’amianto e il successivo smaltimento.

Quanto costa smaltire l’amianto?

 I costi di smaltimento sono composti da:

  • COSTI FISSI ovvero i costi per l’analisi preliminare di un campione del materiale da rimuovere e per la redazione del Piano di Lavoro in conformità all’Art. 256 del D. Lgs. 81/2008. Questi costi sono indipendenti dalla quantità di materiale da rimuovere e dalla difficoltà dell’intervento.
  • COSTI VARIABILI ovvero il costo vero e proprio dell’attività di bonifica che quindi e proporzionato ai mq da rimuovere e dalla difficoltà dell’operazione. In questa voce sono comprese le attività di incapsulamento preliminare, rimozione, imballaggio, discesa a terra, trasporto e conferimento presso discariche autorizzate.
  • COSTI PER LA SICUREZZA questi sono i costi più difficili da pre-determinare in quanto dipende dalla tipologia di struttura (cemento,legno,ferro) dalla forma e pendenza del tetto, dall’altezza dell’edificio e da numerosi altri fattori. Per una corretta analisi dei costi per la sicurezza è necessario il sopralluogo di un nostro esperto.

I costi fissi devono sempre essere conteggiati. Anche i costi variabili, ricercando però tra le varie possibilità offerte sotto, la voce più idonea. I costi per la sicurezza vanno valutati invece da un esperto del settore. Per questo motivo è sempre consigliabile richiedere un’offerta personalizzata.

Quali sono i vantaggi dell’ isolamento termico degli edifici industriali

Intervenire mediante opere di isolamento sulle strutture edilizie di fabbriche e capannoni industriali consente non solo di ridurre la dissipazione di calore verso l’esterno ma anche di limitare la formazione di umidità all’interno degli ambienti, garantire temperature ottimali e aria salubre ai lavoratori, valorizzare sul mercato l’ambito produttivo specifico.

In linea generale, per ottimizzare l’efficienza energetica non basta intervenire solamente sull’ “involucro” ma si dovrebbe pensare ad un efficientamento del sistema edificio-impianti: in quest’ultimo caso, infatti, i risparmi energetici conseguibili possono raggiungere percentuali dell’ordine del 30%-40%.

Per quanto riguarda la parte edilizia, gli interventi di isolamento dovrebbero riguardare le superfici maggiormente disperdenti:

  • Isolamento del tetto o sistema di copertura
  • Isolamento delle pareti perimetrali
  • Isolamento dei pavimenti o solaio di calpestio


Contattaci per informazioni e preventivi


Oppure invia direttamente una mail in base alla richiesta

  • amministrazione@aacoperture.it
  • commerciale@aacoperture.it
  • info@aacoperture.it

Compila il form, verrai ricontattato entro 24 ore

*Cliccando su INVIA accetti la Privacy Policy

Logo-ESNA-SOA-centrato

Siamo specializzati nel fornirti il ​​miglior servizio per il tuo progetto

0522 631740

Ufficio commerciale

Via A. Verzelloni, 1,

42015 Correggio RE

I nostri uffici e l'azienda

info@aacoperture.it

Contattaci per informazioni

© copyright 2022 by AA srl Coperture / All Rights Reserved / Partita Iva-Codice Fiscale 01316180353

Privacy Policy / Cookie Policy / Powered by Creattività